Giorgio CasarinNato a Noale (VE), cresciuto a Treviso, fin da giovane dimostra di avere una forte predisposizione artistica in ambito pittorico e musicale.
Compone musiche e testi di canzone da lui interpretate avendo come riferimento personaggi del momento quali: Bob Dylan, Leonard Cohen, Piero Ciampi e le Mothers di Frank Zappa.
Fortemente sensibile alla letteratura è attratto da Charles Baudelaire, Guy De Maupassant, Jack Kerouac, Allan Ginsberg, Cesare Pavese, Giacomo Leopardi, Pier Paolo Pasolini.
 Negli anni ‘70 partecipa a numerosi concorsi e collettive di pittura nelle provincie di Belluno, Treviso e Venezia.
Alla fine degli anni ’70, Giorgio Casarin, neanche ventenne, dirige la sua scelta definitiva verso l’espressione pittorica.
Frequenta corsi di storia dell’arte e disegno anatomico.
Partecipa al panorama artistico veneto ed é già presente con numerose mostre spesso a tematiche sociali.
Conosce artisti quali: Carmelo Zotti, Gina Roma, Romano Zaniol, Giorgio Ciliberti etc.
In seguito l’artista ha acquisito ed approfondito le sue conoscenze di affresco, encausto, graffito, acrilico e mosaico arricchendo la sua attività con affreschi e murali.
Dopo aver frequentato per un certo periodo la “Bottega dell’incisione” di Luigi Marcon a Vittorio Veneto si forma nelle tecniche calcografiche presso la storica Stamperia Artistica di Giuliano e Giancarlo Busato in Vicenza. Viene a diretto contatto con artisti quali: Vico Calabrò, Boscolo Natta, Andrea Bianconi, Antonio Carta e la nuova generazione di artisti emergenti assidui frequentatori della bottega. Produce acqueforti, acquetinte, puntesecche, ceramolli e litografie.
 Acquisisce una tecnica alquanto personale di pittura tridimensionale a basso rilievo e di scultura, avvalendosi di materiali quali legno, stoffa, polistirolo, pasta acrilica-vinilica e pittura.
 Spesso la musica di Wagner, Stravinsky, Varèse, Mussorgsky, Part e Cage sono fonti di ispirazione assieme alle tematiche sociali e letterarie da sempre presenti nella sua arte.
L’attività artistica di Giorgio Casarin è molto intensa e, le numerose mostre personali, collettive ed opere murali che si susseguono in Italia e all’estero ne sono una conferma evidente.
Le sue creazioni si possono trovare in collezioni pubbliche e private, italiane ed estere ( per es: Germania, Svezia, Russia, Ungheria, Polonia, Canada, U.S.A, Brasile, Australia).