Tono Zancanaro ha illustrato molti libri fra gli altri ricordiamo solo Il Bertoldo di G.C. Croce, il Satyricon di Petronio Arbitro, la Divina Commedia di Dante Alighieri.

Dato il suo interessamento per tutto ciò che riguardava il mondo classico ha illustrato gli Epigrammi Votivi e Sepolcrali, gli Epigrammi Erotici di Marziale ed i Carmina Priapea che qui vengono proposti nella versione in piccolo formato.

Priapea è una raccolta anonima di 89 carmi latini, per lo più di inni e epigrammi di carattere salace dedicati a Priapo, dio agreste della fertilità tra l’età augustea e la fine del I secolo d.C.

Nei Priapea quasi sempre il dio stesso prende la parola per esibirsi in scherzose variazioni su pochi temi, continuamente ricorrenti: commenti alle enormi proporzioni dei suoi attributi virili e alle sue iperboliche prestazioni erotiche, minacce ai ladri di punizioni, consistenti in violenze sessuali di vario tipo; descrizioni di offerte votive a lui dedicate; attacchi contro le donne troppo vecchie o troppo libidinose. Ovviamente, tutto è giocato attraverso doppi sensi e giochi di parole.

Tono nelle sue raffigurazioni è più esplicito, come visto per i disegni erotici